Indice


Quasi tutto ciò che ci sarebbe da fare in giardino a dicembre lo si potrebbe rimandare al mese successivo. Ma un gennaio particolarmente piovoso e nevoso potrebbe sconvolgere il nostro piano dei lavori. Per non arrivare impreparati all’appuntamento con la primavera è opportuno mantenere vivo il nostro rapporto con il giardino. Anche nello scorcio di mese che sancisce l’arrivo ufficiale dell’inverno astronomico, una pianta fiorita e profumata vicino all’ingresso e un albero dalla corteccia colorata mantengono vivo il suo interesse ornamentale.

Le piantagioni

In dicembre potete mettere a dimora rose, alberi ornamentali e da frutto, erbacce perenni rustiche (per quelle più delicate attendere marzo).

Anemoni

I vivai in questo mese a volte svendono i rizomi di anemone blanda: una pianta erbacea alta circa 15 cm con i fiori a margherita azzurri, lilla, rosa e bianchi che a marzo-aprile riempiono il sottobosco e la base delle siepi.

Metteteli a bagno per una notte in un contenitore di acqua tiepida e la mattina seguente procedete alla piantagione: a 2-3 cm di profondità e a 10 cm di distanza. Gli esemplari che non fioriranno quest’anno lo faranno il prossimo.

Arriva Natale

Per decorare la casa nei giorni delle feste di fine anno mettete a dimora i bulbi di amarillis (Hippeastrum). Per forzare i grossi bulbi di amarillis a fiorire per Natale, (1) a inizio mese disponeteli in un vaso contenente terriccio sabbioso, (2) bagnate appena, (3) coprite con un vaso di plastica nero e (4) collocate il tutto in un locale fresco e buio. Dopo una decina di giorni dovreste trovare uno stelo ormai alto 15 cm: portate il vaso in casa alla luce.

Un’altra decorazione la potete ottenere con una fascina di rami di salice di colore diverso (per esempio, rossi quelli di Salix alba cardinalis, arancio quelli di S. alba vitellina) e disposta in piedi all’ingesso di casa oppure ambientata in giardino.

Le concimazioni

Alberi, arbusti, rosai

Se le condizioni climatiche consentono di lavorare in giardino, dicembre è un buon momento per la concimazione organica di base, costituita dalla distribuzione in superficie della cornunghia e della farina d’ossa: fertilizzanti che cedono le sostanze nutritive in modo lento e graduale.

Tappeto erboso

Il prato trarrà grande vantaggio dalla concimazione con scorie Thomas: scarti della lavorazione dell’acciaio contenente una notevole fonte di fosforo (tra il 12 e il 20%) a lenta cessione. In una giornata non troppo umida, distribuite le scorie di Thomas in ragione di 5 Kg per 100 mq dopo aver rastrellato le foglie secche e fradice. Questo rimedio è valido anche per i tappeti erbosi “alternativi” di trifoglio e dicondra.

Se la terra del giardino è acida

Anche in questo caso sono consigliate le scorie Thomas, eccellente emendante che alza il pH a favore delle piante che preferiscono i terreni piuttosto calcarei (ellebori e peonie fra tutte), oltre che fonte di fosforo: fortifica le radici, accelera il metabolismo di piante a crescita stentata (erba compresa), rende più ricca la fioritura, anticipa la produzione di fiori, bacche e semi.

Se la terra del giardino è calcarea

Cospargete il terreno con solfato ammonico se desiderate abbassare il pH per favorire le acidofile. Potreste anche aggiungere 1 kg abbondante di tritato di lupino per ogni pianta, un concime naturale di cui vanno ghiotti gli uccelli: zappate prima di somministrarlo e poi ricopritelo completamente con la terra.

Le potature

Alberi

Dicembre è il mese ideale per abbattere di alberi molto vecchi e malmessi, pericolanti oppure pericolosi per l’eccessiva vicinanza alla casa. Non intervenite mai di persona in lavori di questo genere, ma contattate un giardiniere specializzato.

Agrifoglio e altri sempreverdi

Se allevati con il loro portamento naturale vanno solamente regolati con le forbici per mantenerli compatti. Qualche rametto reciso torna utile per le decorazioni natalizie della casa e dei pacchi regalo.

Rose

Non potate le rose per evitare possibili danni da gelo. Limitatevi a rimuovete i polloni che si formano alla base: tagliateli di netto nel punto di intersezione con le radici.

Piante dalla corteccia colorata

La corteccia del corniolo ornamentale e in particolare quella del Cornus alba ‘Sibirica’ offre uno spettacolo meraviglioso a dicembre. Quando si spoglia i suoi rami rossi sembrano coralli, l’effetto in giardino e sul terrazzo è sorprendente. Sono arbusti rustici e si adattano bene sia piantati in terra che in vasi di media misura (50x50x50 cm), la loro dimensione è contenuta: raggiungono 1.5 m di altezza e un metro di larghezza.

Questi invece sono alcuni alberi la cui corteccia è rispettivamente di color ambra, bianco e prugna: il Prunus maackii ‘Amber Beauty’, la Betulla utilis jacquemontii e il Prunus serrula.

Arbusti profumati

Di seguito un elenco di arbusti profumati che possono rallegrare l’umore del giardino d’inverno:

  • Abeliophyllum distichum
  • Camelia lutchuensis
  • Camelia Sasanqua Narumigata
  • Chimonanthus praecox
  • Daphne odora Aureomarginata
  • Edgeworthia chrysantha
  • Hamamelis x intermedia Diane
  • Hamamelis mollis Pallida
  • Lonicera fragrantissima
  • Mahonia x media Charity
  • Sarcococca humilis
  • Skimmia japonika Rubella
  • Viburnun x bodnantense